Carlo Mauceli

Microsoft Italia / Chief Technology Officer

Chief Technology Officer della filiale italiana di Microsoft, ho la responsabilità di promuovere l’innovazione del Paese, gestendo i rapporti con le government élites, i leader accademici e i decisori pubblici e contribuendo alla definizione di una politica tecnologica funzionale alla digitalizzazione del territorio.

Twitter: carlo_mauceli
Linkedin: https://it.linkedin.com/in/carlo-mauceli-10942a

Sessioni

- KEY002 - Roundtable

Carlo Brezigia, CSO Intesa: Security IT Giandomenico Oldano, IT Operations Manager RCS: Esperienza su progetti Cloud – Azure Massimo Biagi, CTO Infocert: intervento sul tema Office365 Stefano Micheli, CIO Italfondiario: Azure, come l’azienda ha affrontato il progetto di intero replatforming dell’infrastruttura on-premise sul cloud Francesco Baroni, Business Innovation & Tecnology Manager GiGroup: come la partnership tra Microsoft, OverNet e QiBit sta generando valore per l’ecosistema Microsoft

  • Livello:
  • Giorno: 29/11 - Orario: 11:30-12:30 - Sala: Sala Nera
  • Track:

IT Security - WPC051 - Cybersecurity, Cyberwarfare, Cybercrime: solo un tema di tecnologia?

La crescita esponenziale di attacchi informatici contro rilevanti comparti dell’industria pubblica e privata rappresenta un fenomeno preoccupante nonché una potenziale minaccia per il corretto ed efficiente funzionamento delle istituzioni e dei servizi critici. Per prevenire e contrastare le vulnerabilità esistenti non è sufficiente migliorare le prestazioni delle strutture deputate all’area ICT. È indispensabile agire contemporaneamente anche in altre due direzioni: a) irrobustire i presidi tecnologici per la protezione delle reti e dei perimetri organizzativi delle aziende; b) contribuire alla formazione del capitale umano in modo da agire sui profili istituzionali, gestionali ed organizzativi. Sul versante delle risorse umane la situazione richiede un aggiornamento professionale. Spesso la classe dirigente è a conoscenza delle opportunità in termini di efficienza, efficacia e capacità di controllo offerte dalle ICT ma non sempre è consapevole dei molteplici rischi legati alla crescente integrazione dei sistemi, delle reti, delle pratiche organizzative e dei comportamenti di dipendenti privati, pubblici e cittadini. La rivoluzione tecnologica pone, viceversa, la necessità stringente di ridefinire in termini nuovi le competenze, il ruolo e la cultura digitale del dirigente nonché di ridisegnare – nel quadro di una visione unitaria ed integrata – le molteplici strutture che si occupano di protezione. La sicurezza non è solo una questione tecnica e deve tenere in considerazione anche questi aspetti: - il quadro analitico dei principali fenomeni che caratterizzano la rivoluzione digitale e la cybersecurity nella società contemporanea; - un approfondimento comparato dell’impatto delle nuove tecnologie s con particolare riferimento sul mercato; - un’analisi dei rischi e delle strategie (deterrenza, prevenzione, individuazione degli incidenti e reazione) da mettere in campo per fronteggiare tali rischi; - un approfondimento del complesso rapporto privacy/libertà civili e sicurezza alla luce della legislazione e giurisprudenza italiana ed europea; - una guida pratica al complesso tema della cybersecurity con particolare riferimento al fattore umano, agli assetti organizzativi ed ai processi gestionali.

  • Livello: 200
  • Giorno: 01/12 - Orario: 09:00-10:15 - Sala: Sala Blu
  • Track: IT Security